Premio d’Olio e di Vino

BiancoDivino ha da sempre voluto valorizzare il territorio attraverso una delle sue eccellenza “il vino bianco” chiedendo alle cantine del territorio di offrire i loro vini durante la cena.

Sulla scia del successo delle prime tre edizioni nasce l’esigenza di ampliare questo evento/progetto, studiandone una versione che focalizzi l’attenzione non solo sull’aspetto ludico della convivialità ma ponendo attenzione anche all’aspetto educativo necessario ad una buona cultura dell’alimentazione.

Nasce così il Premo d’Olio e di Vino

Un modo di contribuire allo sviluppo di una sana pratica a tavola e di creare attenzione sulle tipicità ed eccellenze territoriali, oltre ad aiutare il mondo della ricerca.

Da millenni il comune denominatore del nostro territorio è rappresentato da vino, olio e cibo, elementi palesemente essenziali per la nostra salute.

Il vino rappresenta il risultato della sapiente ricerca scientifica applicata ad un frutto, quale l’uva, che ha come “destino naturale l’aceto”, e invece viene tramutato in “nettare degli Dei”.


L’ulivo, è da millenni conosciuto per le sue straordinarie proprietà organolettiche.


Anche la “cucina” è scienza, infatti l’uso sapiente dei prodotti contribuisce a migliorare lo stile di vita e a prevenire malattie.


Nasce così l’idea di istituire un premio in danaro da destinare al ricercatore e alla ricerca che si sono contraddistinti proprio nel campo vitivinicolo (vite/vino) e dell’olivicoltura (olivo/olio) per l’anno 2016.
Verrà istituito un comitato scientifico per la valutazione dei lavori e la premiazione avverrà durante la cena in piazza della Repubblica il 30 giugno 2017.

La cena e la premiazione saranno a conclusione di una giornata in cui saranno organizzati anche i“dialoghi scienzadivina” tra ricercatori, scienziati e cittadini. Questi potranno confrontarsi e gettare le basi della sensibilizzazione collettiva nei confronti della ricerca scientifica in campo agroalimentare.


Il premio BiancoDivino alla ricerca vuole diventare una consuetudine ed un sostegno alla comunità scientifica e ancor prima alle Università, luoghi dove si formano e muovono i primi passi le menti di domani, destinate a grandi successi e scoperte.

 

Bando di Concorso per l’assegnazione di Premi a giovani laureati per tesi di laurea ed elaborati finali relativi alla vite e l’olivo e ai loro prodotti.

Art. 1

(Istituzione del Premio di Studio)

La società A.NI.MA. LAB ORVIETO con il patrocinio del Comune di Orvieto, del Consorzio Tutela Vini Orvieto, istituisce un Premio destinato a giovani studiosi che abbiano realizzato una tesi di laurea o un elaborato finale inerente 1.) la coltivazione dell’olivo o 2) della vite o ai loro prodotti, cioè 3.) l’olio e 4) il vino, denominato: “Premio d’Olio e di Vino”.

Verranno assegnati in totale 4 premi, consistenti in una somma pari a Euro 500 ciascuno al lordo delle ritenute fiscali di legge alle migliori tesi o elaborati presentati (uno per ciascun tema), secondo i criteri stabiliti dalla Commissione di valutazione.

Art. 2

(Requisiti richiesti)

Possono partecipare al concorso i candidati in possesso dei seguenti requisiti alla data di scadenza del bando:

– età inferiore ai 30 anni;

– possesso di diploma di laurea di I o II livello  , conseguito presso i due Atenei limitrofi ad ORVIETO (Università degli studi della Tuscia e di Perugia) a partire dall’anno solare 2012 compreso alla data di scadenza del bando.

Per difetto dei requisiti prescritti la commissione può disporre in ogni momento, l’esclusione dal concorso con motivato provvedimento.

Art. 3

 (Domande di partecipazione)

Le domande di partecipazione al concorso, da redigere in carta semplice secondo il modello allegato, corredate della documentazione richiesta, devono essere presentate o fatte pervenire, in plico unico, presso l’Ufficio del prof. Franco Famiani in via Borgo xx Giugno n.74, Dip. Scienze Agrarie Alimentari e Ambientali,  06121 Perugia o  presso l’Ufficio del prof. Eddo Rugini in via San Camillo De Lellis, s.n.c., Dip. DAFNE, 01100 Viterbo, entro le ore 12 del  15 Giugno 2017.

Nella domanda i candidati devono dichiarare sotto la propria responsabilità:

  1. a) nome, cognome, data e luogo di nascita;
  2. b) la cittadinanza;
  3. c) il titolo/i di studio posseduto/i, l’Università e la data di conseguimento;
  4. d) la residenza e l’indirizzo (e-mail, postale, …) al quale desiderano ricevere le comunicazioni relative al concorso;

I requisiti per ottenere l’ammissione al concorso debbono essere posseduti alla data del termine utile per la presentazione della domanda.

Il ritardo nella presentazione o nell’arrivo della domanda, qualunque ne sia la causa, comporta la inammissibilità del candidato al concorso.

Sull’involucro del plico devono risultare le indicazioni del nome, cognome e indirizzo del concorrente e la specificazione del concorso cui egli intende partecipare “Premio d’Olio e di Vino”.

L’amministrazione non assume alcuna responsabilità per il caso di dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni della residenza o del recapito da parte dell’aspirante o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento degli stessi, né per eventuali disguidi postali o telegrafici non imputabili a colpa dell’amministrazione stessa.

Art. 4

(Documenti da allegare)

Alla domanda gli aspiranti devono allegare i seguenti documenti, redatti in carta semplice:

  1. breve curriculum vitae che evidenzi le attività svolte;
  2. dichiarazione del possesso del titolo/i di studio conseguito/i, con indicazione della votazione riportata nell’esame finale, dell’Università e della data di conseguimento;
  3. copia della tesi/elaborato che il candidato intende presentare per l’assegnazione del premio di studio.

Art. 5

(Modalità della valutazione)

La Commissione di valutazione, è composta da 5 membri con comprovata esperienza nei settori di studio;

La Commissione valuterà la pubblicazione presentata dai candidati in termini di rigore scientifico e di rilevanza per la comunità scientifica, nonché eventuali esperienze maturate nel settore evincibili dal curriculum, attribuendo una valutazione in 100esimi accompagnata da un giudizio sintetico.

Al termine dei lavori la Commissione formula apposita graduatoria sulla base dei punteggi riportati da ciascun candidato. 

Art. 6

(Accettazione del Premio di Studio)

Entro 7 giorni dalla data di ricevimento della notizia formale del conferimento del premio, l’assegnatario dovrà far pervenire, a pena di decadenza, la dichiarazione di accettazione del Premio al seguente indirizzo animalab@animalaborvieto.com .

Il Premio di Studio sarà assegnato nel corso della serata dell’evento BiancoDivino che si svolgerà in Piazza della Repubblica in Orvieto (TR) del 30 Giugno 2017.

Art. 7

(Conferimento del Premio di Studio)

Il Premio di studio sarà conferito secondo l’ordine della graduatoria, previa accettazione da parte del vincitore

In caso di rinuncia subentra il primo candidato idoneo secondo l’ordine di graduatoria. In caso di mancanza di candidati idonei o di mancata individuazione di pubblicazione meritevole, il premio non verrà assegnato. 

Art. 8

(Pagamento del Premio di Studio)

Il Premio, dell’importo di € 500,00 al lordo delle ritenute fiscali di legge sarà corrisposto in un’unica soluzione all’atto del conferimento, a cura della società con assegno circolare.

Il Premio di studio non dà luogo a trattamenti previdenziali né a valutazioni ai fini di carriere giuridiche ed economiche né a riconoscimenti automatici ai fini previdenziali.

Art. 9

(Ritiro delle pubblicazioni e dei titoli)

I candidati dovranno provvedere personalmente a loro spese al ritiro del premio e dovranno illustrare, in 3-4 minuti, il contenuto della tesi/elaborato durante la premiazione.

Art. 10

(Responsabile di procedimento)

Il responsabile del procedimento concorsuale di cui al presente bando è Nicoletta Boccadoro.

Art. 11

 (Trattamento dei dati personali)

I dati personali forniti dai candidati verranno trattati secondo il “Codice in materia di protezione dei dati personali” per la gestione delle procedure concorsuali.